Matteo

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
 
 

La storia e le origini della lingua inglese


L’inglese è una lingua germanica occidentale che ha avuto origine nell’Inghilterra
anglosassone. Circa 375 milioni di persone parlano l’inglese come loro prima lingua.
L’inglese oggi è la seconda lingua che conta un maggior numero di madrelingua, dopo il
cinese mandarino. Comunque, combinando i madrelingua e i non madrelingua è la lingua
più parlata al mondo.

Da Wikipedia

L'inglese (nome nativo English,) è una lingua indoeuropea appartenente al ramo
occidentale delle lingue germaniche, assieme all'olandese, all'alto e basso tedesco, al
fiammingo e al frisone. Conserva ancora un'evidente parentela col sassone
continentale (dialetto del basso tedesco).
L'inglese occupa una posizione del tutto particolare, non solo rispetto alle lingue
germaniche, ma anche all'interno del gruppo linguistico indoeuropeo: ha talmente
semplificato e alterato la propria struttura da avvicinarsi ormai a una lingua isolante
piuttosto che ad una lingua flessiva.
Inoltre, dal punto di vista del vocabolario contiene molti termini di origine non
germanica, e in particolare latina: si valuta in circa il 50% l'afflusso di termini latini
derivati dal francese, penetrati nel lessico inglese in buona parte grazie
all'occupazione normanna nei secoli dopo il 1066 (quando i Duchi di Normandia
conquistarono l'Inghilterra anglo-sassone con la Battaglia di Hastings), ma anche nel
rinascimento per influsso del latino colto e scientifico. Per questa ragione una delle
caratteristiche più evidenti del lessico inglese è la ricchezza di coppie di sinonimi,
dei quali l'uno di origine germanica, l'altro di origine latina, per indicare lo stesso
oggetto o concetto ma con accezioni e sfumature diverse (es.: "freedom"/"liberty";
"pig/pork"; "spear/lance", ecc.).
L'inglese appare, infine, la lingua di grande diffusione verosimilmente più aperta
all'ingresso di nuovi vocaboli di origine straniera, sia a causa del suo ampio uso come
"lingua franca", sia in virtù dell'origine mista latino-germanica di gran parte delle
radici, sia - probabilmente - anche grazie all'estrema povertà di declinazioni e
desinenze tipiche che ne caratterizzino riconoscibilmente i sostantivi.
Storia della lingua inglese
Nel suo lungo sviluppo l'inglese si è notevolmente alterato. Convenzionalmente si
divide l'evoluzione diacronica della lingua in cinque fasi:

• Anglosassone (AS)
• Inglese Antico (AI) o Old English (opera di riferimento, il Beowulf)
• Medio Inglese (MI) o Middle English (opera di riferimento The Canterbury
Tales, e, per la pronuncia del Middle English Ormulum)
• Primo Inglese Moderno (PIM) o Early Modern English (opere di riferimento
quelle di Shakespeare e Marlowe)
• Inglese Moderno o Modern English

È possibile estrapolare delle date approssimative tra le molte proposte, e dire che
l'AS va dall'invasione della Britannia ad opera di Sassoni, Juti e Angli (V secolo d.C.)
fino alla più massiccia e seconda fase di cristianizzazione dell'isola. L'AI prende
così il posto dell'AS, anche in virtù della supremazia del dialetto West Saxon su
quello anglico, dovuto al rafforzarsi della situazione economica e politica degli stati
del sud dell'Inghilterra rispetto a quella del nord (zona dei 5 regni) sino
all'invasione normanna.
Il MI si può far terminare intorno all'inizio del XVI secolo.
Il PIM copre un periodo di tempo, che va da Shakespeare sino alla metà
del Settecento.
L'IM va dal Settecento, con la comparsa di romanzi quali Robinson Crusoe di Defoe,
sino ai nostri giorni.
Benché la lingua parlata si sia evoluta in questi secoli (per esempio, in Inglese
Moderno la pronuncia di molte parole usate nelle opere di Shakespeare è differente
da quella del Primo Inglese Moderno),[4] la sua struttura è rimasta sostanzialmente
immutata.
Anglosassone ed Antico inglese
Secondo il resoconto del Venerabile Beda, le stirpi germaniche degli Angli, dei
Sassoni e degli Juti, partite dallo Jutland e dalla Germania settentrionale e
dalla futura Danimarca, si insediarono in quella regione della Britannia che è oggi
l'Inghilterra nel 499 d.C. Gli Juti si stabilirono nel Cantium (Kent), gli Angli
nell'Anglia orientale, nelle Midlands e in Northumbria, i Sassoni nell'Essex, nel
Middlesex e nel Wessex – cioè rispettivamente regno dei Sassoni orientali,
di mezzo ed occidentali. Sotto la spinta dei nuovi venuti i Celti in parte si
spostarono a ovest (North Walas, West Walas o Galles, Sûth Walas o
Cornovaglia).
A partire dal X secolo le atone brevi a, e, o e u tendono a confluire nel suono
indistinto schwa così frequente nell'inglese moderno. L'AI, a differenza dell'IM,
possiede una ricca flessione, sia nominale che verbale. I generi sono tre, maschile,
femminile e neutro.
Come in tedesco, il nome nell'AI presenta quattro casi: nominativo, genitivo, dativo,
accusativo.
Medio Inglese (MI)
Il Medio inglese, o Middle English, è il nome dato alla lingua storica che ha come
origine le diverse forme di inglese parlato nel periodo compreso tra l'invasione
normanna e il tardo Rinascimento inglese. Grazie a Geoffrey Chaucer il Medio
inglese emerse come una lingua letteraria, soprattutto grazie alla sua più celebre
opera, i Canterbury Tales.
Con Giovanni Senzaterra pressoché tutti i possedimenti francesi andarono perduti
(tranne le Isole del Canale, ultimo brandello del Ducato di Normandia). A partire
dalla Guerra dei Cent'Anni i legami con la Francia, quindi, si affievolirono.
Il vecchio proverbio "Jack wold be a gentilman if he cold speke Frensk" cominciò
a perdere molto del suo significato. In Inghilterra cominciò a delinearsi un nuovo
standard, basato sul dialetto di Londra e delle Home Counties.
Inglese Moderno
L'introduzione della stampa in Inghilterra ad opera di William Caxton nel 1476
contribuì alla fissazione dell'ortografia ma, poiché ebbe luogo prima che si
concludesse il Great Vowel Shift, determinò il primo grande divario tra scrittura e
pronuncia.
Dopo la nascita della Chiesa d'Inghilterra nacque l'esigenza di una versione inglese
della Bibbia. Nel 1611 fu data alle stampe l'Authorized Version. La stampa, la
Riforma e l'affermazione del ceto medio ("middle class") ebbero come conseguenza
la diffusione di quella che si andava affermando come lingua standard.
L'espansione coloniale dell'Inghilterra diffuse la parlata in vasti territori
dell'America del Nord, dell'Africa, dell'Asia e dell'Oceania.
L'indipendenza degli Stati Uniti corrispose alla formazione di una varietà d'inglese,
diversa dallo standard britannico, che si sarebbe affermata a livello mondiale nel XX
secolo.

The history and the origins of the language English


The English is a western Germanic language that has had origin in
Anglo-Saxon England.
Around 375 million people they speak the English as them first language.
Today the English is the second language that counts a greater number of madrelingua, after Chinese mandarin. However, combining the madrelinguas and the not madrelingua is the language more talked to the world.

From Wikipedia

The English (native name English,) it is a belonging Indo-European language to the
western branch of the Germanic languages, together with the Dutch, to the tall one and German lower part, to Flemish and the Frisian one. It still preserves an evident relative with the Saxon continental (dialect of the German lower part).
The English occupies entirely a particular position, not only in comparison to the Germanic languages, but also inside the Indo-European linguistic group: it has so simplified and altered his/her own structure by to draw near by now to an insulating language rather than to a language flessiva.
Besides, from the point of view of the dictionary it contains many terms of non Germanic origin, and particularly Latin: it is appraised in around 50% the influx of terms latiniderivati from French, penetrated in the lexicon English in good part thanks to the Norman occupation in the centuries after 1066 (when the Dukes of Normandia conquered Anglo-Saxon England with the Battle of Hastings), but also in the rinascimento for influence of the cultured and scientific Latin. For this reason one of the most evident characteristics of the lexicon English is the wealth of couples of synonyms, of which the one of Germanic origin, the other of Latin origin, to point out the same object or concept but with meanings and different tones (es.: "freedom" / "liberty"; "pig/pork"; "spear/lance", etc.).
The English appears, finally, the language of great diffusion probably more apertaall'ingressos of new words of foreign origin, both because of its ample use as "frank language", both in virtue of the Latin-Germanic mixed origin of big part of the roots, both - probably - also thanks to the extreme poverty of declinations and typical endings that recognizably characterize the nouns of it.
History of the language English
In his/her long development the English is notably altered. Conventionally
the evolution diacronica of the language divides him in five phases:

• Anglosassone (AS)
• Old English (work of reference, the Beowulf)

•Middle English (work of reference The Canterbury Tales, and, for the pronunciation of the Middle English Ormulum)
• Early Modern English (works of reference those of Shakespeare and Modern Marlowe)
• Modern English

It is possible to extrapolate some approximate dates among the a lot of proposals, and to say that
the AS goes from the invasion of Britain to work of Saxon, Juti and Angli (V century AD) up to the thickest and second phase of Christianization of the island. The ai takes so the place of the AS, also in virtue of the supremacy of the dialect West Saxon on that anglico, due to grow stronger himself/herself/themselves of the economic situation and politics of the states of the south of England in comparison to that of the north (zone of the 5 kingdoms) actually to the Norman invasion.
The can be made Me finish around the beginning of the XVI century.
The PIM covers one time period, that actually goes from Shakespeare to halves the Seven hundred one.
The im goes from the Seven hundred one, with the appearance of novels what Robinson Crusoe of Defoe, actually to our days.
Although the spoken language is evolved in these centuries (for example, in Modern English the pronunciation of a lot of words used in the works of Shakespeare is different from that of the Primo English Moderno),[4] its structure has substantially been unchanged.
Anglo-Saxon and Ancient English
Secondo the account of the Venerable Beda, the Germanic stocks of the Anglis, of the Saxon ones and of the Jutis, departed from the Jutland and from northern Germany and from future Denmark, they installed him in that region of Britain that is AD today
England in 499 The Jutis they established him in the Cantium (Kent), the Anglis in the oriental Anglia, in the Midlandses and in Northumbria, the Saxon ones in Essex, in the Middlesex and in the Wessex-that is respectively kingdom of the Saxon Oriental, middle and western. Under the push of the new come the Celtis partly they were moved to west (North Walas, West Walas or Wales, Sûth Walas or Cornovaglia).
Beginning from the X century the atonic breves to, and, or and us have the tendency to meet in the indistinct sound so frequent schwa in the modern English. The ai unlike the IM, possess a rich bending, both nominal that record. The son-in-laws are three, masculine, female and neutral.
As in German, the name in the AI introduces four cases: nominative, genitive, dative, accusative.
Middle English
The Middle English or Middle English, are the name given to the historical language that has as
origin the different forms of English spoken to the inclusive period between the Norman invasion and the late Renaissance English. Thanks to Geoffrey Chaucer the Middle English emerged as a literary language, above all thanks to its most famous work, the Canterburies Tales.
With Giovanni Senzaterra all the French possessiones nearly went lost (except the Islands of the Channel, last shred of the Dukedom of Normandia). Beginning from the War of the One hundred years the bonds with France, therefore, were grown weak.
The old proverb "Jack wold be to gentilman if he cold speke Frensk" it started to lose a lot his/her meaning. In England it started to delineate him a new standard, based on the dialect of London and the Home Counties.
Modern English
The introduction of the press in England to work of William Caxton in 1476 contributed to the fixation of the spelling but, since it took place before
the Great Vowel Shift concluded him
, it determined the first great discrepancy between writing and pronunciation.
After the birth of the Church of England the demand of a version English of the Bible was born. In 1611 you/he/she was given the Authorized to the presses Version. The press, the Reform and the affirmation of the middle class ("middle class") they had as a result the diffusion of that that he went affirming as standard language.
The colonial expansion of England spread the language in vast territories of America of the North, of Africa, of Asia and of the Oceania.
The independence of the United States corresponded to the formation of a variety of English, different from the British standard, that would be affirmed to world level in the XX century.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu